miniatura

Michela Sbuelz – De(t)tagli

 Michela Sbuelz 

“De(t)tagli

Nella quotidianità di una falegnameria sono collocati pannelli di legno di scarto con un’altra possibilità d’uso.

Dettagli di volti e corpi in bianco e nero, particolari che non esprimono una completezza ma suggeriscono un’ulteriore lettura: ipotesi di forme che si completano solo nella mente, oltre lo sguardo. Immagini incomplete, inquadrate di sghembo, forme in attesa.”

L’idea di un’esposizione in un luogo di lavoro quale una falegnameria mi è sembrata subito interessante per vari motivi.

Innanzitutto è un ambiente “vivo” e attivo, un luogo di trasformazione, di assemblaggio, di creazione. Trasformare il legno in oggetti funzionali, studiati per divenire utili in altri luoghi o contesti è il ruolo di questo laboratorio…

Vi si lavora il legno: materiale duttile, modesto ma forte, umile ma nobile insieme, docile ma resistente…

Non tutti i pezzi di legno, però, diventano mobili: alcuni vengono scartati.

Da qui – da questo scarto – mi sono mossa. Dando loro un’altra possibilità d’essere, una nuova opportunità.

Pannelli che accolgono parti di corpi, forme incompiute che sbordano, elementi che suggeriscono presenze più che dire volti o corpi.

Forme in attesa.

Dettagli rubati a sguardi indiscreti nel loro osservare o fin troppo discreti nel non voler dire troppo, lasciando aperte letture a chi voglia guardare più da vicino, a chi intenda mettersi in ascolto.

www.michelasbuelz.it

logo-facebook-piccolo-andalo

 

Gallery: De(t)tagli